Viaggi / Viaggi, Specialisti / Italia / Emilia-Romagna

Tesori di Romagna in atmosfera natalizia

5 Dicembre 2020 - 8 Dicembre 2020

Una terra ricca, dalle mille sfaccettature, che conserva un patrimonio artistico talvolta immediato, altre volte, alla prima apparenza, celato. Un saper fare turismo che non conosce eguali, ed una cucina del territorio che ha fatto innamorare intere generazioni di conterranei e stranieri di tutto il mondo.

La curiosità di passeggiare tra le viuzze di Reggio Emilia, la raffinatezza di visitare quel gioiello della cultura umanistico-rinascimentale che è la biblioteca Malatestiana di Cesena, svelare l’inaccessibilità dello splendido borgo di San Leo, narrare le vicende di Paolo e Francesca a Gradara, respirare l’atmosfera natalizia nel delizioso porto-canale di Cesenatico con i presepi sulle barche, rimanere incantati di fronte all’impareggiabile Tempio Malatestiano di Rimini.

REGGIO EMILIA – BIBLIOTECA MALATESTIANA DI CESENA – SAN MARINO – VERUCCHIO – SAN LEO – GRADARA – PESARO – SANT’ARCANGELO DI ROMAGNA – RIMINI

Siate viaggiatori, noi pensiamo a tutto il resto.

 

  • Partenza da Bra e Torino per l'Emilia. Sosta in autogrill per la colazione ed arrivo a Reggio Emilia in mattinata. Incontro con la guida e visita della città. Conosciuta come Città del Tricolore, qui nel 1797, fu adottato il vessillo che divenne poi bandiera nazionale. Nel XI secolo è in terra reggiana il cuore della contea di Matilde; più tardi figure importanti ne segnano il Rinascimento, dal Boiardo all’Ariosto, il grande poeta dell’Orlando Furioso. Celebre oggi per la sua gastronomia, per la qualità di vita e, internazionalmente, per gli “asili più belli del mondo”, Reggio è anche città d’arte. Ne sono simboli la seicentesca Basilica della Ghiara e il famosissimo Teatro Municipale. La contemporaneità è visibile, percorrendo l’autostrada A1, nei ponti realizzati dall'architetto Santiago Calatrava, a corredo della stazione mediopadana dell'Alta Velocità. Al termine, tempo libero per il pranzo. Ripresa del viaggio ed arrivo a Cesena per la visita della straordinaria Biblioteca Malatestiana, Patrimonio Unesco dal 2005. Unica biblioteca di tipo umanistico conventuale ad essersi conservata intatta nella struttura, negli arredi e nel lascito librario. Fu costruita come biblioteca pubblica per volere di Novello Malatesta tra il 1447 e il 1452 all'interno del complesso conventuale dei Minori di san Francesco. Alla creazione collaborarono l'architetto Matteo Nuti da Fano e Leon Battista Alberti. Al termine, partenza per Rimini Marina Centro. Sistemazione nelle camere riservate, cena in ristorante e pernottamento.

  • Colazione in hotel e partenza per San Marino. All'arrivo, incontro con la guida e visita della città. La più piccola ed antica repubblica del mondo, si estende sulle dolci colline a ridosso della del Montefeltro, tra le valli della Marecchia e del Conca. L'insediamento risale, secondo la leggenda, al lapicida dalmata Marino qui giunto nel IV secolo per sfuggire alle persecuzioni di Diocleziano. Nel XI secolo è riconosciuta l'autonomia amministrativa e territoriale e, a partire dal 1406 i suoi confini sono immutati. Nonostante l'espansione edilizia moderna, la peculiare struttura urbanistica di sapore medievale, è valsa nel 2008 al centro storico di San Marino, l'inserimento nei patrimoni Unesco. Al termine della visita, spostamento nella vicina Verucchio per il pranzo tipico. L'abitato, che si fregia della Bandiera Arancione del Touring Club, è stato teatro della storia tra Paolo e Francesca. Nel pomeriggio, spostamento a San Leo e proseguimento delle visite guidate. La più bella città d’Italia, così Umberto Eco la definiva. Due chiese, una piazza, una fortezza e uno sperone roccioso a 600 metri sul livello del mare, rendono questo borgo un luogo fuori dal tempo. A vederlo oggi così tranquillo, non si crede che San Leo sia stata, nei secoli, una straordinaria fortezza militare e una macchina da guerra puntata contro chiunque avesse pretese di conquista sul Montefeltro e la valle del Marecchia. Ma lo si capisce subito quando ci si arrampica verso la cima, tra le dolci colline del Montefeltro. Quando la strada si fa ripida e comprare la sagoma del paese, sembra quasi una nave persa nella nebbia del mare, una visione che nei secoli ha affascinato Dante, attirato San Francesco, terrorizzato Cagliostro. Al termine, rientro a Rimini, cena e pernottamento.

  • Colazione in hotel e partenza per Gradara. All'arrivo, incontro con la guida e visita del borgo fortificato, censito fra i più belli d'Italia. Amor, ch’a nullo amato amar perdona, mi prese del costui piacer sì forte, che, come vedi, ancor non m’abbandona. (Divina Commedia di Dante, Inferno V canto)Una delle frasi d’amore più famose della letteratura mondiale è stata ispirata a Dante dalla storia di Paolo e Francesca che si è svolta fra le mura del castello, il più importante monumento del borgo. E’ il protagonista del paesaggio, ma man mano che ci si avvicina, si cominciano a scorgere le mura che difendono l'abitato. Lunghe circa 800 metri, resistono dal Medioevo e possono essere percorse per circa 400 metri con una splendida vista sul paese e sul territorio circostante. Ma queste mura non sono le uniche: entrati nel borgo c’è un altra cinta interna superata la quale si inizia la scalata verso la Rocca di Gradara. La passeggiata per il borgo è estremamente piacevole: quasi nessuna auto, botteghe, artigiani e case curatissime con balconi fioriti. Al termine, spostamento a Pesaro e tempo libero per il pranzo. A seguire, incontro con la guida e visita della città. Fondata dai Romaniil suo centro  presenta  oggi la tipica struttura a croce suddivisa fra Cardo e Decumano, ricco di rilevanti reperti archeologici romani, mura medievali, splendidi palazzi rinascimentali e numerose strutture dedicate alla celebrazione dell’antica storia della città. Da non tralasciare l'affascinante aspetto culturale legato al mito della musica, che vede Pesaro dare i natali a Gioacchino Rossini. Oggi, un conservatorio che porta il suo nome, richiama ogni anno, ragazzi da tutta Europa. Nel tardo pomeriggio, trasferimento del caratteristico borgo marinaro di Cesenatico, per una suggestiva passeggiata all'imbrunire lungo il porto-canale. Ogni anno, nel mese di dicembre, il museo della marineria allestisce un meraviglioso presepe a bordo delle imbarcazioni storiche. Tutte le statue sono a grandezza naturale e scolpite artigianalmente. Gli abiti drappeggiati sono in tela e irrigiditi con la cera a caldo. Se a questo scenario già fantastico si aggiunge l'illuminazione della barche, le cui luci si riflettono sulla superficie dell'acqua, l'effetto è coinvolgente. In tutto sono circa una cinquantina le statue presenti e la prima messa in scena, risale al 1986. Infine, spostamento nella vicina Santarcangelo, per essere deliziati da una cena della tradizione che non conosce eguali in zona: osteria La Sangiovesa. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

  • Colazione in hotel ed incontro con la guida per scoprire la città di Rimini. Il focus verterà su due capolavori di epoche completamente contrapposte: il Tempio Malatestiano ed il PART. Il primo è universalmente considerato come la rappresentazione delle teorie architettoniche del rinascimento, e vide l'incontro di alcuni fra i più insigni artisti dell'epoca: Leon Battista Alberti, Piero della Francesca e Agostino Duccio. La chiesa gotica di San Francesco venne trasformata da Sigismondo Malatesta a partire dal 1447, ma solo a partire dal 1450, su progetto dell'Alberti, si realizzò il classico e maestoso involucro di pietra d'Istria e marmi. Capolavori dei sopracitati artisti, li ritroviamo negli affreschi, nei bassorilievi e nelle tele. Il PART, viene, invece, inaugurato a settembre 2020.  Due palazzi storici, restituiti al loro splendore architettonico. Un museo nuovo e diverso. Un affresco raro, capolavoro dell’arte italiana del Medioevo. Una eccezionale collezione d’arte: panoramica emozionante sulla creatività contemporanea. In una delle piazze più belle di Rimini. Il PART è il risultato dalla collaborazione tra il Comune, proprietario dei palazzi dell’Arengo e del Podestà, restaurati per dare a Rimini un grande spazio per l’arte contemporanea, e la Fondazione San Patrignano. Insieme al Giudizio Universale di Giovanni da Rimini, un eccezionale affresco del 1300, accoglie nelle sue sale la Collezione Fondazione San Patrignano. Una raccolta eclettica e variegata di importanti opere del ‘900 e di questo secolo. Ora accessibile a cittadini e visitatori, grazie a una inedita, e virtuosa, collaborazione tra istituzioni pubbliche e private. Al termine, tempo libero per il pranzo e partenza per il rientro. Arrivo a Torino e Bra in prima serata.

Mappa
Stato
In via di conferma
Quota di partecipazione
in via di definizione ( minimo 15 )
La quota comprende
  • Bus granturismo
  • Pernottamento in hotel
  • Pasti come da programma
  • Visite guidate come da programma
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Accompagnatore Korakané per tutta la durata del viaggio
  • Ingressi ai siti di interesse
La quota non comprende
  • Mance
  • Tassa di soggiorno
  • Bevande
  • Assicurazione annullamento pari al 5% del pacchetto di viaggio
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.
  • Ingressi oltre a quelli specificati nel programma
I nostri alberghi

Hotel ERBAVOGLIO – Rimini Marina centro

Documenti necessari
  • Carta d'identità
  • Tessera sanitaria

N.B. L'itinerario potrebbe subire delle variazioni rimanendo invariato nel contenuto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi