Lazio da scoprire

14 Settembre 2021 - 19 Settembre 2021

  • 1° giorno TORINO / ORVIETO / CASTEL GANDOLFOclicca per i dettagli

    Ore 05.45 ritrovo a Torino in Corso Bolzano davanti alla Stazione di Porta Susa (Ingresso C) e partenza via autostrada verso il Lazio. Soste lungo il percorso e pranzo libero in corso di viaggio. Arrivo a Orvieto, famosa nel mondo soprattutto per il Duomo, meraviglia dell’architettura gotica europea e il Pozzo di San Patrizio, capolavoro di ingegneria idraulica. Arroccata su di una rupe di tufo, Orvieto è una delle città più antiche di Italia e deve le sue origini alla civiltà etrusca. Visita orientativa del centro storico raggiungibile con una funicolare (costo del biglietto incluso), un sistema di risalita utilizzato ad Orvieto da molto tempo e che in origine era costituito da un ingegnoso funzionamento idraulico con un meccanismo di risalita spinto dal contrappeso dell’acqua. Al termine partenza per Castel Gandolfo o dintorni, sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

  • 2° giorno PALESTRINA / SUBIACOclicca per i dettagli

    Dopo la prima colazione sistemazione in autopullman e partenza per Palestrina, l’antica Praeneste, che grazie alla posizione strategica che dominava la Valle del fiume Sacco, un passaggio obbligato nei collegamenti tra il Lazio e l'Italia meridionale, venne sfruttata commercialmente da Romani favorendone così la fioritura. Incontro con la guida e visita del Museo Archeologico Nazionale (biglietto di ingresso incluso) allestito nel "Palazzo Barberini", costruito dai Colonna intorno al 1050 sulle strutture dell'emiciclo superiore del santuario ellenistico della Fortuna Primigenia risalente al II sec. a. C.. Il Museo ospita non solo numerosi reperti provenienti da alcune necropoli dell’area circostante ma anche il "Mosaico del Nilo", uno dei più grandi mosaici ellenistici della fine del II sec. a.C con scene egiziane, proveniente dall'area del Santuario della Fortuna Primigenia. Proseguimento per Subiaco culla del pensiero benedettino, dove San Benedetto da Norcia, che qui arrivò nel V secolo, iniziò la sua opera dell’ora et labora. Pranzo in ristorante in corso di escursione. Visita con guida del borgo alto-medievale inserito tra i Borghi più Belli d’Italia, situato su uno sperone di roccia calcarea a dominio della Valle dell’Aniene e sovrastato dall’imponente Rocca Abbaziale di origine medievale ma largamente trasformata fra il XVI e il XVII secolo. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

  • 3° giorno CASTEL GANDOLFO / GIARDINI DI NINFA / SERMONETAclicca per i dettagli

    Dopo la prima colazione visita con guida di Castel Gandolfo e del Palazzo Pontificio meglio noto come Palazzo Papale (biglietto di ingresso incluso) risalente al 1600 e realizzato per volontà di Papa Urbano VIII. Castel Gandolfo, affacciata sul lago Albano, è famosa in tutto il mondo proprio perché qui si trova la residenza estiva dei Pontefici, per la bellezza della natura che lo circonda e per l'eleganza del centro storico che è stato eletto uno dei "Borghi più Belli d'Italia". Tempo a disposizione per il pranzo libero. Proseguimento per la visita con guida del Giardino di Ninfa e di Sermoneta. Il Giardino di Ninfa è un giardino unico nel suo genere, realizzato sugli antichi ruderi di una città perduta, la città di Ninfa, una volta fiorente cittadina medievale sull’unica via di comunicazione che da Roma portava al sud. Qui ad opera della famiglia Caetani negli anni ‘20 venne fatto costruire il Giardino all’inglese di Ninfa, universalmente riconosciuto come uno dei giardini più belli e romantici del mondo. I ruderi di Ninfa furono restaurati, la zona bonificata e le piante rare e secolari, per lo più esotiche, provenienti dai viaggi della famiglia all’estero, colorarono il parco. Proseguimento per Sermoneta, uno dei più bei borghi medioevali del Lazio, che grazie alla signoria dei Caetani alla fine del XIII secolo, divenne un importante centro urbano, prima medioevale poi rinascimentale. Domina il paese il massiccio Castello Caetani, uno dei più noti esempi di architettura difensiva del Lazio, intorno al quale si sviluppa il borgo che ha conservato intatto il suo suggestivo impianto urbanistico medioevale con le case in pietra, le stradine a gradini e il succedersi di salite e discese. Trasferimento in hotel nei dintorni di Sabaudia, cena e pernottamento.

  • 4° giorno ISOLA DI PONZAclicca per i dettagli

    Dopo la prima colazione trasferimento a Formia per l’ìmbarco e partenza per l’escursione con guida di un’intera giornata sull’Isola di Ponza di origine vulcanica, la più grande tra le Isole Pontine. Ponza “…scontrosa e bellissima. Ritrosa, diffidente e mai prevedibile…” come la definì Montale è anche uno dei Borghi più belli della Provincia di Latina e del Lazio e nei primi del 1900 fu destinata al confino politico ospitando nomi illustrissimi della storia italiana come Sandro Pertini e Pietro Nenni. Isola di Circe e di Ulisse, fatta di miti e di bellezze naturali, si mostra come un magnifico concentrato di spiagge, faraglioni e calette ma l‘interno dell’isola è montuoso e solcato da mulattiere che portano all’area vulcanica che è il cuore di Ponza. Pranzo in ristorante a base di pesce. Tempo a disposizione per visite a carattere personale. All'orario concordato, imbarco per il rientro in hotel. Cena e pernottamento.

  • 5° giorno GAETA / SPERLONGA / VILLA DI TIBERIO / SAN FELICE CIRCEOclicca per i dettagli

    Dopo la prima colazione partenza per la visita con guida di Gaeta una bellissima cittadina di mare sulla costa, al confine tra Lazio e Campania, una delle mete turistiche più amate già in epoca romana da imperatori, consoli e ricchi patrizi. Conosciuta come “la città delle cento chiese”, imponenti e maestose, diroccate, sconsacrate o inglobate in palazzi storici, le numerose chiese della città sono un patrimonio artistico e culturale di grande rilevanza storica e architettonica, un vero e proprio museo a cielo aperto. Il centro storico di Gaeta, di origine medievale, conosciuto come Gaeta Vecchia, è un insieme di stradine e vicoli stretti, caratterizzato da scenari di un tempo e la Cattedrale, risalente al Tardo Medioevo, è una delle “cento chiese” che si erge all’interno del quartiere medievale nei pressi del porto. Pranzo libero in corso di escursione. Proseguimento per Sperlonga, un piccolo comune nella parte meridionale del Lazio e uno dei borghi più belli d’Italia che sorge su di uno sperone roccioso a picco sul mare; in alcuni punti, la costa è molto frastagliata e speroni di roccia si gettano in mare, dando vita a piccole grotte naturali che danno il nome al borgo. Il paese conserva ancora meravigliose opere d’architettura medievale ma soprattutto romane, come la splendida Villa di Tiberio (biglietto di ingresso escluso), costruita sulle fondamenta di una precedente struttura tardo-repubblicana per volere dell’imperatore romano. La sua particolarità consiste nella presenza di una grotta naturale, chiamata grotta di Tiberio, inglobata all’interno della villa e utilizzata come sala da pranzo estiva dove vennero installati affascinanti giochi d’acqua, straordinarie decorazioni marmoree e gruppi scultorei del ciclo di Ulisse. All’interno del sito si visiterà anche il Museo archeologico locale, che ospita i gruppi statuari che decoravano la città. Proseguimento per San Felice Circeo, un comune all’interno del Parco Nazionale del Circeo il cui centro storico è un piccolo scrigno medievale fatto di stradine e belvedere che si affacciano sul mare e sulle isole Pontine. Ricco di una storia antichissima che l’ha visto nei secoli essere colonia romana e luogo di villeggiatura dei patrizi romani che qui si fecero costruire fantastiche ville vista mare, possedimento dei Templari durante il Medioevo, che lasciarono a loro testimonianza la Torre dei Templari con l’orologio ancora funzionante, un feudo dei Caetani e infine roccaforte pontificia. Negli anni ‘60 del secolo scorso questo incantevole luogo venne scoperto dal cinema italiano e molti si fecero costruire qui la propria villa, nascosta nella macchia mediterranea affacciata sulla scogliera. Tra questi la Magnani, che amava tanto San Felice Circeo da farsi qui seppellire nel cimitero vicino al centro storico. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

  • 6° giorno SABAUDIA / TORINOclicca per i dettagli

    Dopo la prima colazione sistemazione in autopullman e partenza per Torino. Pranzo libero in corso di viaggio. Soste lungo il percorso ed arrivo previsto in serata.

Mappa
Stato
In via di conferma
Quota di partecipazione
euro 980,00 ( minimo 20 )
Supplemento singola

euro 120

La quota comprende
  • Bus granturismo
  • Pernottamento in hotel
  • Pasti come da programma
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Accompagnatore Korakané per tutta la durata del viaggio
  • Visita guidata di Orvieto, Subiaco, Palsetrina, Subiaco, Palazzo Pontificio, Giardini di Ninfa, Sermoneta, Isola di Ponza, Gaeta, Grotta di Tiberio, San Felice Circeo
  • Funicolare e ingresso al Pozzo di S. Patrizio ad Orvieto, ingresso a Palazzo Pontificio, ingresso al Museo Archeologico Nazionale
  • Pranzo di pesce sull'isola di Ponza
  • Pranzo tradizionale a Subiaco
La quota non comprende
  • Tassa di soggiorno
  • Ingressi ai siti di interesse
  • Bevande
  • Extra in genere
  • Assicurazione annullamento pari al 5% del pacchetto di viaggio
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.
Documenti necessari
  • Carta d'identità
  • Tessera sanitaria

N.B. L'itinerario potrebbe subire delle variazioni rimanendo invariato nel contenuto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi