Cammino Kalabria Coast to Coast e relax a Tropea

13 Settembre 2021 - 19 Settembre 2021

Dalle bianche spiagge ioniche della Costa degli Aranci, partendo da Soverato e attraversando il territorio montano delle Preserre Calabre nel loro tratto più breve, passando per i suggestivi borghi di Petrizzi, San Vito sullo Ionio e Monterosso Calabro, il Cammino Kalabria Coast to Coast, giunge nella pittoresca Pizzo, arroccata su uno sperone tufaceo che si erge a picco sulle dorate spiagge tirreniche della Costa degli Dei. Il Cammino, è un percorso naturalistico di 55 km, da assaporare a passo lento tra distese di ulivi secolari, filari di vite, campi di grano e fichi d’ india, boschi di castagni e faggi secolari, pittoresche pietre granitiche modellate dal tempo e la magnifica oasi naturalistica del lago Angitola. Ma è soprattutto un viaggio emozionale e sensoriale all’ interno di una Calabria lontana dalle consuete rotte turistiche, alla scoperta di quegli antichi sapori e valori che sono le radici di questa meravigliosa Terra, ricca di storia e cultura millenaria e dove il tempo sembra essersi fermato.

Siate viaggiatori, noi pensiamo a tutto il resto.

  • Lunedì 13 settembreclicca per i dettagli

    Ritrovo dei partecipanti, all'orario concordato, all'aeroporto di Torino Caselle in tempo utile per il disbrigo delle pratiche aeroportuali ed imbarco sul volo diretto a Lamezia Terme. All'arrivo, trasferimento in bus alla vicina Soverato. Tempo libero a disposizione, cena e pernottamento in hotel.

  • Martedì 14 settembreclicca per i dettagli

    Lunghezza: 12,3 km Difficoltà: Media Dislivello in salita: 716 m Dislivello in discesa: 327 m Dopo la colazione in hotel partenza dal bellissimo lungomare di Soverato con arrivo dopo circa 13 km presso la prima tappa, il suggestivo borgo di Petrizzi, definito "Il fiore di pietra" in quanto ornato dei fiori della pietra: il fico d’india che indora il colle d’autunno e la ginestra che esploda festosa d’estate. Il Cammino ha inizio sul lungomare Europa. Si percorrono i suoi circa 2 km interamente pedonalizzati, tra palme e oleandri, in direzione nord e si prosegue sulla spiaggia fino al lido “Different Beach”. Una volta giunti, bisogna uscire dalla spiaggia e iniziare a percorrere il marciapiede lungo la SP 124. Si oltrepassa il ponte sul torrente Beltrame e si svolta in via Degli oleandri; il cammino prosegue attraversando il greto del torrente Grifo (quasi sempre in secca), poi imboccando via Po fino al villaggio Calaghena. Da quest'ultimo inizia un’impegnativa salita su strada asfaltata-sterrata fino all’imbocco di un’antica mulattiera che porterà fin quasi alla vetta del monte La Rosa, dove dall’alto si godrà di una meravigliosa vista panoramica su tutto il Golfo di Squillace. Una piccola deviazione sulla sinistra vi porterà alla stele di Sant’Antonio da Padova, patrono di Petrizzi. Durante il cammino sarà possibile beneficiare di un pranzo al sacco consegnatoci la mattina dal personale dell’albergo. La sera cena a base di prodotti tipici. Pernottamento in bed&breakfast o agriturismo a Petrizzi.

  • Mercoledì 15 settembreclicca per i dettagli

    Lunghezza: 23,5 km Difficoltà: Media – Difficile Dislivello in salita: 979 m Dislivello in discesa: 1085 m Dopo colazione, ci incamminiamo verso la seconda tappa, molto suggestiva sotto l'aspetto naturalistico e storico, tra antichi tratturi di campagna contornati da ulivi e campi di grano, il lago Acero, l'immensa foresta di faggi dall'atmosfera fiabesca fino al caratteristico borgo di Monterosso Calabro. Dal monumentale pioppo di Piazza Regina Elena di Petrizzi il tracciato del Cammino si snoda in discesa dalla via Dante Alighieri e successivamente in via Principe di Piemonte fino alla Chiesa di Santa Maria della Provvidenza ubicata nei pressi di un antico ponte in pietra. Dalla chiesa bisogna proseguire seguendo il corso del torrente Beltrame fino a svoltare sinistra in un sentiero di campagna. Ad un certo punto, oltrepassando un ponte di cemento, il percorso si snoda su un antico sentiero costeggiato da muri a secco e campi di grano, fino all’imbocco sulla SP144. Percorrere circa 50 metri fino all’ingresso di un’altra strada di campagna che vi porterà sul vecchio tracciato dell’ex littorina che collegava Soverato a Chiaravalle Centrale. Il percorso, totalmente immerso in un’ambiente di campagna, arriverà fino all’ex casello in pietra della Stazione di San Vito sullo Ionio. Arrivati a San Vito sullo Ionio visita alla Chiesa Matrice di San Vito Martire e alla Filanda. Uscendo dal paese, attraverso un dislivello di 400 metri, si arriverà all’area attrezzata del lago Acero. In questo tratto il tracciato del Cammino intersecherà per qualche chilometro il Sentiero Italia (705). Proseguendo in direzione Tirreno, attraverso un’imponente foresta di faggi, si arriverà fino sulla dorsale di Monte Coppari, punto più alto di tutto il Cammino, scoprendo le numerose niviere e la leggendaria “pietra della fata”. Da questo punto inizia la discesa verso località Pozzetti e successivamente fino allo chalet di Monterosso Calabro, ormai in disuso. Seguirà la ripida discesa verso il meraviglioso borgo di Monterosso Calabro, tra ampie e spettacolari vedute sul lago Angitola ed il Mar Tirreno. Durante il cammino sarà possibile beneficiare di un pranzo al sacco consegnatoci la mattina dal personale del bed&breakfast. La sera cena a base di prodotti tipici. Pernottamento in un bed&breakfast o agriturismo a Monterosso Calabro.

  • Giovedì 16 settembreclicca per i dettagli

    Lunghezza: 19,1 km Difficoltà: Media Dislivello in salita: 585 m Dislivello in discesa: 864 m Dopo colazione ci mettiamo in cammino verso la tappa finale del cammino con passaggio all'interno dell'oasi naturalistica del lago Angitola e nell'area archeologica dei ruderi della città normanna di Rocca Angitola con arrivo nella pittoresca Pizzo, arroccata su una roccia tufacea. Dalla chiesa di Maria del SS. Soccorso, proseguire sulla via Umberto fino ad intersecare ad un quadrivio la SP4. Prendere una strada interpoderale immersa in una distesa di ulivi fino a giungere nei pressi del lago Angitola. Il percorso prosegue all’interno dell’oasi naturalistica tra meravigliosi scorci sull’omonimo lago artificiale, luogo di riposo e riproduzione di numerose specie di uccelli tra cui l’airone cenerino, simbolo del Parco Naturale Regionale delle Serre. Inizia l’ascesa alla Rocca Angitola, località dove si trovano i ruderi dell’omonima città Normanna, completamente distrutta dal terremoto e successivamente abbandonata, dove dall’alto si gode di una spettacolare vista su tutto il comprensorio delle Serre. Durante la discesa verso Pizzo, nelle giornate limpide, il vostro sguardo potrà spaziare a 180° su tutto il Golfo di Sant’ Eufemia, l’isola di Stromboli e i monti dell’Orsomarso nel Parco Nazionale del Pollino con la sua vista mozzafiato sulla Costa degli Dei. Arrivati nel centro abitato di Pizzo, passeremo tra caratteristici vicoli, chiese e monumenti storici, fino all’affascinante Castello Aragonese, con la sua vista mozzafiato e l’accogliente Piazza della Repubblica con le sue rinomate gelateria. Dalla Piazza della Repubblica, inizia l’ultimo tratto del Cammino fino al lungomare Cristoforo Colombo, nel quartiere Marina e successivamente sull’omonima spiaggia. Durante il cammino sarà possibile beneficiare di un pranzo al sacco consegnatoci la mattina dal personale del bed&breakfast. Una volta giunti a Pizzo avremo del tempo a disposizione da trascorrere a proprio piacimento. Trasferimento privato in hotel a Tropea. Cena e pernottamento in hotel 3*/4* a Tropea.

  • Venerdì 17 settembreclicca per i dettagli

    Colazione in hotel. Giornata a disposizione da trascorre a proprio piacimento a Tropea e zone limitrofe con l'accompagnatore. Possibilità di organizzare escursioni in barca. Di sera cena a base di prodotti tipici. Pernottamento in hotel 3*/4* a Tropea.

  • Sabato 18 settembreclicca per i dettagli

    Colazione in hotel. Giornata a disposizione da trascorre a proprio piacimento a Tropea e zone limitrofe con l'accompagnatore. Possibilità di organizzare escursioni in barca. Di sera cena a base di prodotti tipici. Pernottamento in hotel 3*/4* a Tropea.

  • Domenica 19 settembreclicca per i dettagli

    Dopo colazione, partenza per l'aeroporto in tempo utile per salire a bordo dell'aereo diretto a Torino. TERMINE DEI SERVIZI

Mappa
Stato
In via di conferma
Quota di partecipazione
euro 1045,00 ( minimo 8 )
Riduzione tripla euro 59
Supplemento singola

euro 120

La quota comprende
  • Volo A/R
  • Guida naturalistica
  • Pernottamento in B&B
  • Pernottamento in agriturismo
  • Pernottamento in hotel
  • Accompagnatore Korakané per tutta la durata del viaggio
  • Mezza pensione
  • 3 pranzi al sacco che prevedono una focaccia/panino, un dolce, un frutto e ½ litro di acqua per persona
  • Trasporto bagagli da una tappa all’altra del cammino
  • Trasferimento da/per l’aeroporto di Lamezia Terme
  • Trasferimento da Pizzo a Tropea
La quota non comprende
  • Tassa di soggiorno
  • Ingressi ai siti di interesse
  • Extra in genere
  • Bevande
  • Assicurazione annullamento pari al 5% del pacchetto di viaggio
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.
I nostri alberghi

Piccolo Residence a Tropea 4 stelle – o similare

Documenti necessari
  • Carta d'identità
  • Tessera sanitaria
Informazioni utili

Piccolo Residence: - SPIAGGIA RISERVATA (OMBRELLONE, SDRAIO E LETTINO); - MEZZA PENSIONE - RIASSETTO GIORNALIERO CON CAMBIO ASCIUGAMANI; - UTILIZZO JAKUZZI TERRAZZO PANORAMICO ED AREA PRENDISOLE; - WI-FI IN TUTTA LE STRUTTURA; - CASSAFORTE, ASCIUGACAPELLI, SERVIZIO CORTESIA; - SERVIZIO NAVETTA PER LA SPIAGGIA AD ORARI PRESTABILITI; - SERVIZIO NAVETTA SERALE PER TROPEA.

N.B. L'itinerario potrebbe subire delle variazioni rimanendo invariato nel contenuto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi