Messico: tra cultura e presidi Slow Food

22 Aprile 2019 - 4 Maggio 2019

Sistemazioni in hotel 4 stelle e, l’ultimo giorno a Playa del Carmen, in All Inclusive.
Cene incluse, ad eccezione del giorno di arrivo a Città del Messico.

Descrivere il Messico in poche righe non è affatto facile: la capitale è la seconda città più popolosa del mondo e a soli 40 km da essa si può visitare uno dei siti archeologici più importanti a livello antropologico. Poche ore di volo da qui e ci si ritrova in un paradiso tropicale, acque cristalline e un clima a dir poco perfetto. Un breve viaggio in bus ed ecco spuntare vulcani, foreste, terme naturali…

In questo viaggio vogliamo unire tutto ciò, inserendo l’esperienza di vivere due giornate all’insegna dei coltivatori nativi messicani all’interno di due Presidi Slow Food: la vaniglia di Chinantla e il cacao di Chontalpa.

Siate viaggiatori, noi pensiamo a tutto il resto.

  • Partenza con trasferimento privato per l'aeroporto in tempo utile per il disbrigo delle pratiche aeroportuali e imbarco sul volo intercontinentale con destinazione Città del Messico. Arrivo in serata, cena libera e pernottamento in hotel.

  • Dopo colazione incontro con la guida e partenza per la visita della città. Dopo il pranzo libero, trasferimento nella città di Puebla per il pernottamento in hotel. La Cattedrale Metropolitana di Città del Messico rappresenta probabilmente la più grande opera di architettura coloniale di tutte le Americhe. Edificata nell’attuale Plaza de la Constitucion è la più grande cattedrale cristiana dell’America Latina, e uno dei luoghi-simbolo del cristianesimo nel mondo. El Zócalo è il cuore di questa metropoli, dove il mondo preispanico, neoispanico e quello moderno si mischiano di continuo, diventando indistinguibili. El Zócalo, la piazza costruita sopra quello che fu il centro nevralgico di Tenochtitlán, la capitale della cultura azteca, oggi rappresenta il cuore del Messico. Il Palazzo Nazionale è sede del potere esecutivo federale in Messico. Sorge su di un terreno di 40.000 m², situato in pieno Centro Storico. L'edificio venne costruito nel 1563, dopo la Conquista del Messico sul terreno che era occupato dalla casa di Hernán Cortés costruita nel 1523.

  • Dopo colazione incontro con la guida e partenza per la visita della città. Una delle più antiche città coloniali, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità UNESCO, che negli ultimi 5 anni ha affrontato un rapidissimo sviluppo riuscendo nell’impresa di mantenere la propria identità e i suoi ritmi lenti, tipici del Messico centrale. Da ricordare sono il cinema all'aperto più grande del mondo, la Piazza "Cinco Mayo", la Plazulela de lo Sapos e il quartiere degli artigiani per finire con la splendida architettura cittadina. Dopo il pranzo libero proseguimento per Tuxtepec. Soste lungo il percorso. Serata libera e pernottamento in hotel.

  • Dopo colazione ci dirigeremo nella regione della Chinantla per la visita alle estese piantagioni di Vaniglia. La Chinantla è l’unica regione del mondo in cui si possa trovare la vaniglia in forma selvatica ed è l’area della sua maggiore diversità genetica: qui, infatti, ne sono state individuate almeno cinque o sei varietà diverse, anche se non ancora catalogate scientificamente. Si tratta dunque, con ogni probabilità, del suo luogo di origine. Dopo la visita proseguiremo per il lungo trasferimento che ci porterà alla città di Villahermosa, la più vicina alle piantagioni di cacao di Chontalpa. Serata libera e pernottamento in hotel.

  • Dopo colazione ci aspetta la visita alle piantagioni di cacao della regione di Tabasco, a Chontalpa. La Chontalpa è una delle cinque regioni in cui è suddiviso lo stato del Tabasco ed è nota per essere una delle aree dove si concentra la produzione di cacao. In questa zona del paese che si allunga sull’istmo di Tehuantepec, la coltivazione e il consumo del cacao fanno parte del dna della popolazione fin dal tempo degli Olmechi, al punto da indurre il docente di antropologia pre-colombiana Michael D. Coe a dichiarare che «il primo uomo nella storia ad assaggiare il cioccolato probabilmente fu un Olmeco vissuto 3000 anni or sono nelle giungle acquitrinose del Messico sudorientale». Il Tabasco è il principale produttore di cacao in Messico: il 67% della superficie è dedicata a questa coltivazione e apporta circa l’80% della produzione nazionale. Serata libera e pernottamento in hotel.

  • Dopo colazione trasferimento fino al sito archeologico di Palenque. Il vero nome della città antica è Lakamba, che significa “il luogo delle grandi acque”. Patrimonio della umanità dal 1987, fu la città più importante delle terre basse occidentali durante il tardo Classico, e arrivò al suo apogeo tra gli anni 600 e 800 d.C. Molto ben conservata, l'abbondanza dei resti archeologici, architettonici, pittorici, testi scritti, tra le altre, hanno fatto di Palenque un luogo essenziale perché gli archeologi decifrassero le linee della scrittura maya e le sue storie cosmiche. Anche dal punto di vista monumentale è una pietra miliare di questa cultura, tanto per la qualità della sua architettura come per la originalità delle sue costruzioni. Serata libera e pernottamento in hotel.

  • Dopo colazione trasferimento a Campeche e visita della cittadina coloniale. Nello stato di Campeche c’è un forte contrasto di paesaggi, cominciando dalle folte foreste, fiumi abbondanti e laghi del centro, fino ad arrivare ai piccoli paesi di pescatori sul litorale, passando tra le innumerevoli rovine Maya e antiche città coloniali ancora ben conservate. Fu il porto più importante della penisola di Yucatan poiché qui si concentrava l’esportazione di radici, legno e di un colorante naturale che fu enormemente richiesto in Europa e America fino alla comparsa dei coloranti industriali. Serata libera e pernottamento in hotel.  

  • Dopo colazione ci sposteremo in direzione Becal, la cittadina dove si producono i famosi cappelli "Panama". Oggi ci sono circa 2.000 grotte a Becal, quasi ogni casa ne ha una, alcune naturali ed altre scavate nella roccia. La lavorazione dei cappelli avviene in questi luoghi freschi ed umidi che mantengono flessibili le fibre, dato le temperature estreme in questa parte interna della penisola dello Yucatan, diventerebbero frangibili, spezzandosi e sfaldandosi. Proseguiremo poi per Uxmal e il suo sito archeologico. Il nome di Uxmal, che significa “tre volte costruita”, già fa riferimento alla complessità di questa città situata nelle colline di Pucc, un insieme di colline dove, rompendo la monotonia della pianura dello Yucatan, s’insediarono varie città Maya. A differenza della maggior parte delle città preispaniche, la disposizione delle strutture a Uxmal non sembrano seguire un ordine geometrico. I suoi spazi si organizzano in una forma più sottile, basata su due principi: in primo luogo, gli edifici sono orientati in riferimento a fenomeni astronomici, come la salita e discesa di Venus, e in secondo luogo sono adattati alla topografia del luogo, composta appunto da terreno collinare. Serata libera e pernottamento in hotel.

  • Dopo colazione partenza per la visita de Hacienda Sotuta de Peon. Sotuta de Peón, Hacienda Viva, è il progetto di restauro di un monumento storico situato nel cuore della vecchia zona di Henequen dello stato dello Yucatan, e dà una vera idea di quella che una volta era una Hacienda Henequenera pienamente operativa, nello stile sontuoso e nelle vere tradizioni di questo periodo. Quando si attraversa la Sotuta de Peón, si viaggia letteralmente nel tempo, trasportati su piattaforme di legno chiamate "Truks" che vengono trainate da "muli" su rotaie di Decauville, come originariamente utilizzate dai lavoratori. Al termine proseguimento per Mèrida e visita della città. Mérida, la vivace capitale dello stato messicano dello Yucatán, gode di un ricco patrimonio maya e coloniale. Il punto centrale della città è rappresentato da Plaza de la Independencia, circondata dalla Cattedrale di Mérida, simile a una fortezza, e dall'Iglesia de la Tercera Orden, in pietra calcarea bianca, entrambe chiese dell'epoca coloniale costruite utilizzando resti di antichi templi maya. La Casa de Montejo, una residenza del XVI secolo, è un celebre edificio dall'architettura coloniale plateresca

  • Dopo colazione partenza per la visita del convento di Izamal. Il bello e piccolo centro di Izamal, il cui nome significa «rugiada che scende dal cielo», è noto nello Yucatán con il nome di «città gialla». Dopo l'arrivo degli spagnoli, le piramidi e i templi maya furono distrutti e al loro posto furono erette chiese ed edifici coloniali, spesso utilizzando proprio le pietre e i materiali da costruzione provenienti dagli antichi monumenti. Nel centro di Izamal troverete il Convento di Sant'Antonio da Padova, un enorme monastero francescano, che è anche uno dei più antichi monasteri cattolici presenti nel continente americano. Il Convento presenta lo stesso caratteristico colore giallo tipico del villaggio. Proseguimento per il sito archeologico di Chichen Itza. Il sito archeologico maya più conosciuto dello Yucatán fu nominato dell'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità e fu inserito tra le "Nuove sette meraviglie del mondo". Questo sito occupa un'area di 6,5 chilometri quadrati. Le strutture e gli scorci più impressionanti di Chichén Itzá si trovano nella zona centrale, dove potrete trovare il campo per il gioco della pelota, numerose piattaforme e templi, lo spettacolare "Castillo" (la Piramide di Kukulkán) e un'enorme pietra di 25 metri su cui è inciso il calendario maya. Nelle incisioni che potrete ammirare nei pressi dell'entrata, nella parte superiore del Castillo, troverete invece la rappresentazione dei guerrieri toltechi. Partenza alla volta della splendida Riviera Maya, cena e pernottamento in hotel.  

  • Giornata dedicata al concetto di "Dolce Far Niente" su una delle spiagge più famose al mondo.

  • Dopo colazione partenza in tempo utile, in concomitanza con l'orario di partenza del volo intercontinentale, per le operazioni di check-in. Pernottamento a bordo.

  • Arrivo in Italia e trasferimento per il rientro a casa.

Stato
In via di conferma
Quota di partecipazione
euro 2790,00 ( minimo 15 )
Supplemento singola

euro 440

La quota comprende
  • Minibus confort
  • Pernottamento in hotel
  • Pasti come da programma
  • Visite guidate come da programma
  • Ingressi ai siti di interesse
  • Accompagnatore Korakané per tutta la durata del viaggio
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Trasferimento A/R
  • Tutte le colazioni
  • Tutte le cene ad eccezione del giorno di arrivo a Città del Messico
La quota non comprende
  • Bevande
  • Tassa di soggiorno
  • Extra in genere
  • Assicurazione annullamento pari al 6% del pacchetto di viaggio
  • Tasse aeroportuali pari a 360 euro
  • Mance ad autista e guida (40 $ per persona)
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne "La quota comprende"
I nostri alberghi

Hotel Galería Plaza (4*) – Deluxe
Hotel NH Puebla (4*) – Standard
Hotel City Express Junior Tuxtepec (3*) – Standard
Hotel Hyatt Regency Villahermosa (4*) – Deluxe
Hotel Villa Mercedes Palenque (4*) – Deluxe
Hotel Gamma Campeche Malecón (4*) – Standard
Hotel The Lodge Uxmal (4*) – Royal Mayan Bungalow
Hotel Gamma Mérida El Castellano (4*) – Superior
Hotel The Reef Cocobeach (4*) – Standard Package – All Inclusive

-Hotel soggetti a riconferma-

Documenti necessari
  • Tessera sanitaria
  • Passaporto con validità di 6 mesi dalla data di scadenza

N.B. L'itinerario potrebbe subire delle variazioni rimanendo invariato nel contenuto