Viaggi / Viaggi del gusto / Italia / LiguriaToscana

Alla scoperta della Lunigiana

29 Marzo 2019 - 31 Marzo 2019

La Lunigiana è una regione storica divisa tra due province e due regioni amministrative, partendo da Pontremoli fino ad arrivare alla provincia di Massa-Carrara e quella di La Spezia.
Questa confusione viene dal passato, infatti nel 1844 esistevano tre Lunigiane: quella parmense, con Pontremoli e Bagnone, quella modenese con Fivizzano, Aulla, Licciana, Massa e Carrara e quella sarda con Sarzana, La Spezia e la Val di Vara.
Fortunatamente la Lunigiana storica è ancora oggi caratterizzata da una profonda unità culturale, viva nei dialetti, nei costumi, nelle tradizioni e nella cucina, che valicano i confini amministrativi tra Toscana e Liguria. D’altronde a Ortonovo, in provincia di La Spezia, si trovano i resti dell’antica Luni, da cui trae il nome la Lunigiana.

Siate viaggiatori, noi pensiamo a tutto il resto.

  • Ritrovo nei luoghi prestabiliti e partenza in bus all'orario concordato con destinazione Pontremoli, con soste lungo il percorso. Una volta arrivati, incontro con la guida per cominciare la visita guidata di questa piccola ma splendida città adagiata tra i fiumi Magra e Verde. Pontremoli, definita nel '200 da Federico II "l'unica chiave e porta della Toscana", mostra ancora oggi il fascino del suo glorioso passato. Il borgo fortificato è dominato dal Castello del Piagnaro che controllava l'accesso ai passi Appenninici  lungo l'antica via Francigena. La visita al centro storico permette di ammirare ponti, case-torri e fortificazioni medievali, ma anche raffinati edifici religiosi di età barocca. Il Castello, edificato a partire dal X secolo ed utilizzato fino all'età Napoleonica come struttura difensiva, caserma e prigione, fu più volte distrutto e ricostruito: conserva ancora l'imponente mastio tardo medievale e i possenti bastioni seicenteschi. Pranzo a base di prodotti tipici. Nel pomeriggio, proseguimento delle visite per Mulazzo e Montereggio. Il Borgo medievale di Mulazzo è stato capitale del feudo dei Malaspina dello Spino Secco, signori di Lunigiana ricordati tra l'altro da Dante nel Purgatorio.  Il borgo arroccato su un dosso lungo la sponda destra della Val di Magra è dominato dalla possente "Torre di Dante", sotto la quale si trova un monumento marmoreo dedicato al Sommo Poeta. Percorrendo le valli boscose alle spalle di Mulazzo possiamo raggiungere il piccolo borgo di Montereggio, inserito nella rete delle "book town" europee. Da questo minuscolo villaggio di Appennino nasce l'affascinante tradizione dei librai ambulanti lunigianesi, ancora oggi viva nel prestigioso premio letterario Bancarella. Arrivo in agriturismo e sistemazione nelle camere dedicate. Cena della tradizione e pernottamento.

  • Colazione in agriturismo. L'itinerario lungo la via Francigena in Lunigiana inizia dal borgo di Ponticello, caratteristico villaggio in pietra celebre per le sue Case Torri di impianto medievale. Poco più a sud sostiamo presso la pieve di Santo Stefano di Sorano, a Filattiera, la più antica e importante pieve romanica della provincia di Massa Carrara. Sorge in una zona strategica, frequentata fin dalla preistoria e conserva ancora oggi l'impianto del secolo XII, tipicamente romanico, con un imponente sistema absidale interamente realizzato in ciottoli di arenaria non sbozzati. L'interno e l'esterno della pieve conservano una serie sculture che mostrano la simbologia e il tipico bestiario medievale. Sempre lungo il tracciato della Francigena si trova anche il Borgo fortificato di Filetto: nato da un antico accampamento militare bizantino, di cui conserva ancora oggi l'impianto strutturale, divenne terra murata sotto il dominio dei Malaspina e, in età moderna, fu dominato dalla famiglia Cremonese degli Ariberti. La prima parte dell'itinerario termina a Bagnone, antica piazza commerciale lungo una delle rotte di collegamento tra Toscana ed Emilia: il borgo sviluppato lungo le gole del torrente omonimo, tra massi cascate e laghetti, è dominato dall'imponente torre medievale del Castello Malaspina, oggi dimora privata dei Conti Noceti. Pranzo a base di prodotti tipici. Proseguimento per Aulla e Fosdinovo. L'Abbazia di San Caprasio è il monumento più antico e significativo di Aulla, tappa XXX dell'itinerario Francigeno di Sigerico di Canterbury, il più antico ad oggi conosciuto. Fondata il 27 maggio 884 da Adalberto I di Toscana, la potente abbazia benedettina legata alla famiglia Malaspina conservò per lunghi secoli le preziose reliquie di San Caprasio. Il Museo dell'Abbazia espone i reperti rinvenuti durante i recenti scavi archeologici (2000-2008) ancora visibili nell'abside della chiesa, che testimoniano l'importanza dell'abbazia nei secoli medievali: dai capitelli scolpiti alle monete, dalle ceramiche ai marmi e agli stucchi, fino agli oggetti legati al pellegrinaggio e alla vita  monastica. Il Castello Malaspina di Fosdinovo è forse il più celebre tra tutti i castelli di Lunigiana: qui la famiglia Malaspina pose una delle sue più importanti residenze strategiche a partire dal XIV secolo e ancora oggi il castello è di proprietà degli eredi della casata dello Spino Fiorito. La visita degli appartamenti di rappresentanza e dei camminamenti di ronda permette il racconto di storie, leggende, intrighi e vicende dei più importanti personaggi della famiglia, attraverso sette secoli di storia. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere dedicate. Cena e pernottamento.

  • Dopo colazione, partenza in bus con destinazione le Cave di Marmo di Carrara. Incontro con la guida e visita al Museo delle Cave, con un'interessante spiegazione e panoramica del lavoro di minatori e sculturi nell'epoca in cui i macchinari non esistevano e tutto il duro lavoro poggiava sulle spalle dei lavoratori. Proseguimento all'interno delle immense cave di marmo. Sono qualcosa di incredibile, unico, indescrivibile. Sono considerate il più grande bacino marmifero del mondo e si trova nelle montagne a nord di Carrara che fanno parte della catena delle Alpi Apuane. Esse sono uniche anche in termini di geologia, storia, arte e archeologia. Gli antichi Romani ricostruirono Roma anche con questo materiale da costruzione, con la stessa pietra bianca e lucente hanno fatto statue e monumenti in tutto l'impero, lo stesso marmo che si trova in tutti i più importanti musei, palazzi, chiese d'Italia, scolpito e lavorato dai più grandi artisti della storia: Donatello, Michelangelo, Bernini, e da molti altri artisti e architetti fino ai giorni nostri. Pranzo leggero allestito all'interno delle cave. Proseguimento per il celeberrimo e romantico Golfo dei Poeti. Passeggiata all'interno di Tellaro, un piccolo borgo di mare incluso meritatamente fra i borghi più belli d’Italia. Molto scenografica la chiesa dedicata a San Giorgio, dalla facciata rosa antico, costruita sulla roccia e circondata dal mare. La sua storia è legata ad una leggenda: una notte un gigantesco polpo, avvinghiandosi alla corda delle campane della chiesa, avvisò la popolazione dell'arrivo dei saraceni. Rientro al bus e partenza per ritornare ai luoghi d'origine. Termine dei servizi

Stato
In via di conferma
Quota di partecipazione
euro 435,00 ( minimo 20 )
Supplemento singola

euro 65

La quota comprende
  • Bus granturismo
  • Pernottamento in agriturismo
  • Pernottamento in hotel
  • Visite guidate come da programma
  • Accompagnatore Korakané per tutta la durata del viaggio
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Pensione completa dal pranzo del primo giorno al pranzo dell'ultimo giorno
La quota non comprende
  • Tassa di soggiorno
  • Bevande
  • Extra in genere
  • Ingressi ai siti di interesse pari a 15€ per persona
  • Assicurazione annullamento pari al 7% del pacchetto
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne "La quota comprende"
I nostri alberghi

Pontremoli: Agriturismo Costa d’Orsola o similare
Lerici: Europa Grand Hotel o similare

Punti di forza
  • Una panoramica approfondita di tutto il territorio della Lunigiana
  • La visita delle cave di Marmo di Carrara e il pranzo leggero allestito al loro interno
  • La visita orientativa di Tellaro (Borghi più belli d'Italia) sul Golfo dei Poeti
Documenti necessari
  • Tessera sanitaria
  • Carta d’identitá senza timbro di rinnovo valida per l’espatrio
Lettura consigliata

Storie e leggende della Lunigiana di Anna Valle e Francesco Musante

N.B. L'itinerario potrebbe subire delle variazioni rimanendo invariato nel contenuto